DCASA.IT MAGAZINE
Categorie
Commenti recenti
Annalisa in:
Quanto costa la posa in opera del pavimento?
" La posa costa massimo 20 euro al mq, comunque io ho speso 14 , per trovare chi mi faceva spendere meno ho chiesto un preventivo sul Portale Di Imprese http://www.edilnet.it , trovi il prezzo piu' basso perche le ditte sanno di essere in concorrenza e ti sparano subito basso senza provarci!!! "
LUIGI in:
Come si calcolano le calorie necessarie per riscaldare un ambiente?
" Salve, vorrei installare le valvole termostatiche su un impianto esistente e trentennale, composto di n. 5 radiatori di cui 4 a circa 10 metri dalla caldaia ed uno a soli tre metri su una superficie di circa 90 mq, ci sono criteri particolari da tenere in considerazione? "
ERBERTO in:
Come si calcolano le calorie necessarie per riscaldare un ambiente?
" ma la potenza di un radiatore non dipende dalla temperatra dell' acqua e questa non diminuisce colla distanza del radiatore dalla caldaia? Se così fosse quale criterio per valutare l'effettiva potenza necessaria?' GRAZIE PER QUALCHE IDEA

"
24 maggio 2012
Come si calcolano le calorie necessarie per riscaldare un ambiente?
Un piccolo aiuto per scegliere il termosifone adatto
Pubblicato da Redazione dcasa.it in

Il calcolo che usano gli installatori è una semplice moltiplicazione:

AxBxH = Volume
Volume = 35* kcal/m3.
*(35 kcal/m3 può variare da 20 a 45 al variare della zona geografica, dell'età dell'immobile e dell'isolamento termico).

Facciamo un esempio:
Una stanza larga 5 m, lunga 4 m e alta 3 m, ha una superficie di 5×4=20 mq e una cubatura di 20×3= 60 m3;

1. Calcolare la potenza necessaria per riscaldare l'ambiente. Solitamente è bene calcolare 35 kcal ogni metro cubo. Pertanto per riscaldare la nostra stanza abbiamo bisogno di 35 kcal x 60= 2100 kcal;

2. A questo punto non ci resta che scegliere il termosifone che meglio si adatta alle nostre esigenze, e verificare nella scheda tecnica fornita, quanta potenza genera ogni suo elemento (per elemento si intende il componente singolo del termosifone che può essere verticale od orizzontale) e calcolare di conseguenza il numero di elementi di cui abbiamo bisogno. Per esempio, se il singolo elemento genera una potenza di 200 kcal, per riscaldare la nostra stanza di 60 m3 avremmo bisogno di 2100 kcal = 10 elementi. Se la stanza da riscaldare fosse stata un bagno, nel quale avessimo voluto istallare uno scaldasalviette, il procedimento sarebbe stato lo stesso, l'unica differenza è che per questo tipo di corpi radianti esistono delle dimensioni già stabilite dall'azienda produttrice. Nel nostro sito basta leggere le caratteristiche accanto alla foto e scegliere quello che meglio risponde al vostro fabbisogno energetico.

 

 

Sei interessato ad un Termoarredo o Radiatore? Hai 2 opportunità:

 

1) Puoi ordinare i prodotti delle collezioni in vendita sul nostro sito ad un PREZZO SPECIALE. Clicca qui

 

2) Puoi visionare i siti dei nostri produttori di Termoarredi e Radiatori e scegliere i prodotti che ti interessano e fare la richiesta a noi di dcasa.it compilando la SCHEDA PREVENTIVO con il prodotto/i suggerito da te.

 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO
Commenti per “Calcolo delle Calorie”
  1. Dario - domenica 11 novembre 2012 alle 11:43:32 - ha scritto:

    Grazie per le vostre informazioni, mi sono state moltissimo utili. Saluti Dario

  2. Redazione dcasa.it - lunedì 3 dicembre 2012 alle 17:23:24 - ha scritto:

    Grazie a te Dario per averci consultato.

  3. salvatore - giovedì 10 gennaio 2013 alle 19:55:21 - ha scritto:

    salve volevo sapere la differenza che sviluppa un elemento del radiatore in ghisa e uno di alluminio. grazie

  4. Redazione dcasa.it - lunedì 14 gennaio 2013 alle 14:58:10 - ha scritto:

    In generale i radiatori in alluminio hanno una maggiore resa calorica. Per quantificarla con precisione bisognerebbe confrontare due modelli identici ma non ci risulta che esista un radiatore che sia realizzato in alluminio e identicamente in ghisa. Saluti

  5. pietro delrio - sabato 2 marzo 2013 alle 08:58:59 - ha scritto:

    il calcolo sopra esposto è ancora valido con l'applicazione della legge 192 del 2005?. Oppure bisogna applicare qualche altro parametro?. Grazie della collaborazione

  6. pamela - lunedì 11 marzo 2013 alle 15:28:42 - ha scritto:

    salve.
    stiamo ristrutturando casa e abbiamo intenzione di mettere i radiatori(di design).La casa è a due livelli..il primo livello è di 40mq e il secondo di 30 mq...quanti radiatori dovremmo mettere e di quanti kw?Grazie

  7. Redazione dcasa.it - martedì 19 marzo 2013 alle 10:19:27 - ha scritto:

    Salve Pietro,
    i fattori che determinano le calorie per riscaldare una casa rimangono invariati. Il decreto a cui fai riferimento vuole favorire le prestazioni energetiche valorizzando lo sviluppo delle fonti rinnovabili.

  8. Redazione dcasa.it - martedì 19 marzo 2013 alle 10:28:08 - ha scritto:

    Salve Pamela,
    il nostro consiglio è quello di distribuire le calorie maggiori nel piano inferiore. Il numero dei radiatori varia a seconda delle pareti che hai a disposizione. E non possiamo darti altre informazioni perchè non conosciamo la cubatura della casa. Le varianti sono infinite e la risposta complessa, se vuoi puoi chiamare Davide, il nostro tecnico allo 06 61697641. Ti darà le risposte di cui hai bisogno.

  9. Walter - sabato 6 aprile 2013 alle 04:53:43 - ha scritto:

    Grazie, mi è stato molto utile sapere il calcolo kcal/m3, visto che non mi fido dell'idraulico ed ormai non posso rompere il muro per cambiare la disposizione delle tubature.

    Grazie, Walter

  10. ERBERTO - giovedì 30 maggio 2013 alle 18:25:26 - ha scritto:

    ma la potenza di un radiatore non dipende dalla temperatra dell' acqua e questa non diminuisce colla distanza del radiatore dalla caldaia? Se così fosse quale criterio per valutare l'effettiva potenza necessaria?' GRAZIE PER QUALCHE IDEA

  11. Redazione dcasa.it - lunedì 3 giugno 2013 alle 16:44:04 - ha scritto:

    Salve Erberto,
    I parametri standard dai quali viene calcolata la potenza di un radiatore tengono conto della temperatura dell'acqua dalla partenza (caldaia), della temperatura del radiatore e di quella percepita nell'ambiente.

    Ad esempio: temperatura dell'acqua 75°, temperatura del radiatore 65° temperatura percepita nell'ambiente 20°.

    Scegliendo un impianto a bassa temperatura dove temperatura dell'acqua 55°, temperatura del radiatore 45°, temperatura percepita nell'ambiente 20° è quindi necessario aumentare i corpi scaldanti.

  12. ivan - domenica 22 settembre 2013 alle 11:10:03 - ha scritto:

    ho un rad. in ghisa 6 colonne,16 elem. altezza 80 e la camera e mansardata con legno a vista con 50 mm di isolam. altezza media 4 mt. profonda 5,10 mt. larga 4,60 mt. secondo voi può bastare o mi consigliate misure e mat. diversi?GRAZIE dell'eventuale consiglio

  13. Giorgio Galeazzi - domenica 13 ottobre 2013 alle 22:38:17 - ha scritto:

    Desidero cambiare l'esistente caldaia a pre-miscelazione con una a condensazione di pari potenza (kw 24). Temo che in un locale a piano terreno di circa 120 mc la superficie radiante degli attuali termosifoni non sia sufficiente per il corretto funzionamento con acqua a bassa temperatura. Secondo voi, qual'è il fabbisogno termico (kcal o kw) e il numero di elementi(a 4 colonne h cm 88,5), necessari per il funzionamento ottimale? Grazie per la vs. attenzione.

  14. Redazione dcasa.it - giovedì 17 ottobre 2013 alle 14:25:25 - ha scritto:

    Salve Giorgio,
    il fabbisogno calorico ovviamente rimane lo stesso, circa 30 calorie al metrocubo, fatte salve le eccezioni dovute a particolari circostanze.
    Cambia invece la resa termica dei radiatori, un esempio pratico prendendo in esame un termoarredo di nuova generazione, il modello Xtend della Thermic dimensione 62x122cm.
    per la resa calorica l'azienda prevede due diversi calcoli, il primo riguarda la resa con impianto tradizionale (75/65/20), il secondo con impianto a bassa temperatura (55/45/20),
    con il primo sviluppa 680 watt mentre con il secondo ne sviluppa 351....
    La conclusione è quindi che con un impianto a bassa temperatura è necessario prevedere un numero maggiore di radiatori, a seconda della tipologia del radiatore stesso.

  15. Antonio - domenica 5 gennaio 2014 alle 07:51:43 - ha scritto:

    Buongiorno,
    ho una casa a 2 piani di circa 130 mq a piano e volevo sapere se, per riscaldarli entrambi, puo' bastare una caldaia di 24kw ed inoltre, per colcolare il fabbisogno calorico basta moltiplicare 30 x il volume di ciascun ambiente oppure anche di meno visto che abito in Calabria quasi sul mare?
    Grazie

  16. Redazione dcasa.it - venerdì 10 gennaio 2014 alle 18:30:02 - ha scritto:

    Buonasera Antonio,
    per quanto riguarda la caldaia, non è il nostro settore e non mi sento quindi in grado di darle consigli.
    Per il fabbisogno calorico degli elementi radianti la sua considerazione è corretta, tenga però presente che comunque una potenza superiore al fabbisogno le consentirebbe di tenere in funzione l'impianto per un tempo minore, fermo restando che c'è sempre la possibilità di ridurre il flusso dell'acqua agendo sulla valvola.

  17. Vincenzo Carella - sabato 15 marzo 2014 alle 05:47:12 - ha scritto:

    buongiorno ho una villa a tre piani di circa 55mq che tipo di caldaia ci vuole e che tipo di termosifoni ho bisogno per riscaldarla in modo adeguato da calcolare che l"immobile e stato costruito nel 2000 mi fate un bel regalo se mi rispondete

  18. Redazione dcasa.it - lunedì 17 marzo 2014 alle 09:16:20 - ha scritto:

    Buongiorno Vincenzo,
    per la caldaia credo che il consiglio di un impiantista sia più utile del nostro visto che non siamo rivenditori e di conseguenza poco esperti del settore.
    Per quanto riguarda invece i radiatori, non è la tipologia che ne determina l'adeguatezza ma la resa calorica, e ovviamente gli spazi a disposizione per la loro collocazione, oltre al budget a disposizione.
    I Tubolari della Arbonia in questo senso spesso sono la giusta soluzione, costano relativamente poco e riscaldano tanto....
    li trovi nella prima pagina del settore "Termoarredi": http://www.dcasa.it/prodotti/arredo-e-complementi/termoarredi-e-radiatori.aspx

  19. alessio - domenica 15 giugno 2014 alle 10:30:06 - ha scritto:

    Salve, un aiuto, il mio idraulico ha installato in camera da letto un termosifone in acciaio,
    sotto la finestra, e' un 21 elementi e 6 colonne, la stanza e' 5x4x3.
    Ogni volta che entro in camera sento troppo calore, ma prorpio tanto, puo' aver sbaglito
    i calcoli ed aver messo un calorifero troppo grosso?

  20. Redazione dcasa.it - lunedì 16 giugno 2014 alle 16:33:29 - ha scritto:

    Buongiorno Alessio,
    per fare un calcolo preciso che permetta di valutare se il corpo radiante è sovradimensionato dovrei conoscere l'altezza degli elementi,
    tenendo comunque conto che per scaldare la sua stanza sono necessarie 2100 calorie circa (considerando 35 calorie al metrocubo) l'altezza corretta degli elementi sarebbe di 60cm.
    in caso contrario è sovradimensionato,
    può risolvere il problema "manualmente", agendo sulla manopola del detentore chiudendola fino a limitarne il flusso dell'acqua, o sostituendo la valvola con una termostatica,
    con la quale potrà decidere la temperatura dell'ambiente in maniera autonoma dagli altri ambienti del suo appartamento.

  21. Giova NERO - giovedì 24 luglio 2014 alle 23:04:07 - ha scritto:

    HO LE CASE A STELLA E SONO ALTE(INTERNO AL CENTRO 4 METRI) COME FACCIO A CALCOLARE QUANTE CALORIE OCCORRONO IN UNA STANZA.

  22. Redazione dcasa.it - venerdì 25 luglio 2014 alle 17:50:54 - ha scritto:

    Buonasera Giova,
    il calcolo per le calorie è sempre lo stesso, indipendentemente dalla struttura dei vani sono i metricubi che determinano la potenza necessaria, generalmente si calcolano 35 calorie al metrocubo, che possono cambiare a seconda della zona e del tipo di coibentazione della casa.

  23. gianni - martedì 29 luglio 2014 alle 08:07:05 - ha scritto:

    buongiorno,
    vorrei sostituire i radiatori in ghisa in un appartamento condominiale, attualmente in media ci sono radiatori ad 8 colonne di 4 elementi con dimensioni standard e vorrei installare quelli in acciaio d'arredo. stando ai calcoli cubici dell'alloggio dovrei installare radiatori doppi a quelli esistenti, ma esiste una tabella comparatrice tra ghisa e acciaio?
    grazie

  24. Redazione dcasa.it - martedì 29 luglio 2014 alle 17:46:11 - ha scritto:

    Buongiorno Gianni,
    che io sappia non esistono tabelle per comparare la resa calorica tra un radiatore in ghisa e uno in acciaio,
    potresti però fare una verifica prendendo in esame una stanza, dividere i metricubi x 30/35 (che sono le calorie necessarie) e comparare con un radiatore di acciaio delle dimensioni adatte allo spazio nel quale andrà installato.

  25. LUIGI - sabato 30 agosto 2014 alle 17:38:43 - ha scritto:

    Salve, vorrei installare le valvole termostatiche su un impianto esistente e trentennale, composto di n. 5 radiatori di cui 4 a circa 10 metri dalla caldaia ed uno a soli tre metri su una superficie di circa 90 mq, ci sono criteri particolari da tenere in considerazione?

  26. Redazione dcasa.it - venerdì 5 settembre 2014 alle 13:00:33 - ha scritto:

    Buongiorno Luigi,
    le valvole termostatiche agiscono sulla temperatura dell'acqua, in pratica ne determinano il flusso a seconda della temperatura impostata, la distanza dei radiatori dalla caldaia è quindi un particolare irrilevante per il corretto funzionamento.

  27. enzo sponta - lunedì 8 settembre 2014 alle 12:54:00 - ha scritto:

    vorrei sapere in un radiatore in alluminio di 10 elementi diquanta ACQUA necessitano?

  28. Redazione dcasa.it - lunedì 8 settembre 2014 alle 14:24:51 - ha scritto:

    Buongiorno Enzo,
    il contenuto di acqua di un radiatore dipende dalla tipologia del radiatore stesso.

  29. maria - giovedì 18 settembre 2014 alle 10:52:35 - ha scritto:

    Salve dovrei istallare i termosifoni in tutte le stanze visto che non vi è impianto. abito a salerno, clima mite quanto devo calcolare a m3? l'appartamento è 90m2 altezza 3m le stanze sono 4x4x3. grazie mille

  30. Redazione dcasa.it - lunedì 22 settembre 2014 alle 11:20:42 - ha scritto:

    Buongiorno Maria,
    nelle zone con clima mite come Salerno io consiglio 30kcal/m3.
    Inutile andare oltre.....

  31. leo - lunedì 24 novembre 2014 alle 21:33:33 - ha scritto:

    un chiarimento sulle calorie occorrenti per metro cubo.Credo che debbano essere intese per ora di funzionamento. KCal./mc/h. E' cosi? GRAZIE.

LASCIA UN COMMENTO
I campi contrassegnati dal simbolo * sono obbligatori
 
 
 
 
 

PRODOTTI RELATIVI A QUESTO ARTICOLO

Guarda tutti i prodotti di questa categoria